Il principio della fine

Autore: Emanuele Grazzi
ISBN: 978-618-5329-13-6
Pagine: 428
Formato: 14x21
Prezzo: €28,00

Prefazione: Italo Garzia - Paolo Nello - Sergio Romano - Ioannis Stefanidis

Il racconto di Emanuele Grazzi, Ambasciatore d‘Italia ad Atene dal 1939 al 1940, narra dell’anno in cui la politica del regime fascista perse definitivamente ogni contatto della realtà nel tentativo, vano, di cercare di rispondere nei fatti alla fulminea e devastante avanzata tedesca in Europa, cercando così, nella convinzione di una vittoria certa, di potersi sedere con dignità al tavolo dei vincitori. Il primo passo di questo sconsiderato cammino fu la vicenda greca, iniziata con auspici di rinnovata amicizia dopo non facili precedenti seguiti alla prima guerra mondiale e terminata con il fatidico ultimatum del 28 ottobre 1940 che il Grazzi, alle 3 del mattino, consegnò a Metaxàs. E’ il racconto di quanto la politica italiana avesse perso i riferimenti con la realtà, il racconto di come una certa ignorante spavalderia abbia calpestato l’evidenza per gettarsi, incoscientemente, nel momento sbagliato, in un conflitto contro una Grecia che invece, in questo frangente, ritrovò compattezza, spirito e vigore, tanto da ricacciare l’italiano invasore oltre confine.  Grazzi ne racconta  tutti i precedenti, vissuti da protagonista attonito,  spesso inconsapevole, costretto a rincorrere direttive che non giungevano da Roma o tentando di giustificare azioni maldestre e cercando, nel frattempo, di servire al meglio quello Stato che vedeva con grande pena, in mano  all’impreparazione e all’improvvisazione.

 

L'autore:

Nato a Firenze il 30 maggio 1891, si laurea in giurisprudenza presso la Reale Università di Pisa nel 1911. Viene nominato Addetto consolare e destinato a Tunisi nel 1912. Rientra al Ministero nel 1913 ed è successivamente destinato a Helsingfors quale Delegato italiano prima ed Incaricato d’affari poi nel Comitato economico interalleato (1919). Viene in seguito inviato a Berlino presso il Commissariato politico in Germania. E’ Reggente il Consolato di Berlino nel 1920 e destinato come Console a Florianopolis nel 1922. Nel 1924 rientra al Ministero. Viene trasferito a Tolosa nel 1925 e nel 1927 a New York come Console Generale. E’ Incaricato d’Affari in Guatemala nel 1932, e nel 1934 rientra al Ministero e viene destinato a prestare servizio per la Stampa e la Propaganda. E’ nominato Direttore Generale del Servizio per la Stampa Estera nel 1935. Nel 1939 viene trasferito quale Ambasciatore ad Atene da dove rientra a seguito dell’inizio del conflitto. Nel 1943 viene inviato a Belgrado. Nel 1944 viene destinato a Budapest dove rimane solo pochi giorni. Lascia la carriera alla fine del 1947. E’ deceduto nel 1961.

Autore: Emanuele Grazzi
ISBN: 978-618-5329-13-6
Pagine: 428
Formato: 14x21
Prezzo: €28,00